Comunicati stampa

30-05-2017

LO CHEF DIEGO BONGIOVANNI IN VISITA ALLA 'TENUTA LA PERGOLA'

Il protagonista de 'La Prova del Cuoco' è stato ospite della rinomata cantina astigiana

Domenica 28 Maggio, nell'ambito della rassegna nazionale 'Cantine Aperte' dedicata agli appassionati del vino, Diego Bongiovanni, il giovane e brillante chef piemontese noto per le sue collaborazioni al programma di Raiuno 'La Prova del Cuoco' di Antonella Clerici è stato ospite della 'Tenuta La Pergola' (www.tenutalapergola.it) a Cisterna D'Asti, la rinomata cantina astigiana attiva dal 1903 nonchè azienda pluriptemiata e segnalata nelle principali guide del buon bere italiano.
L'artista si è recato in visita al fine di conoscere più da vicino la realtà enologica guidata da Alessandra Bodda, visionando i luoghi della produzione, i vigneti e i prodotti vitivinicoli.
Così Alessandra Bodda: "Diego Bongiovanni, giovane astigiano di talento e successo, è un uomo di territorio, attento alla cultura delle radici che è poi quella che nella vita fa la differenza. Aver ricevuto la sua visita è stato un onore e un piacere per noi, fatto che testimonia come i grandi artisti sono quelli che dimostrano attenzione genuina e sincera per la propria terra. Diego è un professionista serio, gentile, e lo dimostra la semplicità con la quale si è anche intrattenuto con gli altri ospiti presenti al momento in cantina per visite, percorsi guidati e degustazioni", conclude entusiasta Alessandra Bodda.

http://www.piemontepress.it/piemontepress/portale/index.php?com=15049
07-04-2017

Vino, Tenuta “La Pergola” protagonista al Vinitaly e a Pasqua

È un mese ricco di iniziative e appuntamenti l’aprile 2017 della ‘Tenuta La Pergola’, nata nel 1903, una fra le cantine ultracentenarie più antiche e premiate del Piemonte. La storica azienda vitivinicola, guidata dalla valente Alessandra Bodda, una fra le poche quote rosa del vino in Italia, sarà protagonista dal 9 al 12 aprile prossimi a Verona nell’ambito della prestigiosa rassegna internazionale di settore ‘Vinitaly’. Per l’occasione, ‘Tenuta La Pergola’, nell’ambito della kermesse ‘Ristoranti D’autore’, propone le bottiglie esclusive di ‘Terre Alfieri Arneis’, un vino bianco di pregio con tanto di denominazione DOC.

Il 16 e il 17 aprile, invece, in vista della Pasqua 2017, sarà possibile, con due differenti e ricchi menù piemontesi tipici, festeggiare a tavola, degustando un’accurata selezione dei vini pluripremiati a livello italiano e internazionale della casa: con in più, la possibilità di visitare i locali della cantina, i vigneti con l’antico ciabòt che si estendono per una superficie complessiva di oltre 40 ettari, e soggiornare nei moderni mini appartamenti e camere ricavati nell’antica struttura, adiacente alla ‘Tenuta La Pergola’, che ospita un confortevole agriturismo.

Per tutti i weekend di aprile, in vista anche di ‘Cantine Aperte’ che avrà invece luogo il prossimo mese di maggio, inoltre, spazio anche alla possibilità di percorsi culturali ed enogastronomici multidisciplinari per gli amanti del cosiddetto ‘Wine & Food Experiences’. Per informazioni, www.tenutalapergola.it.
03-04-2017

DOMENICA A PRANZO CON IL PRODUTTORE

Il 2 aprile alle ore 12.00 grande degustazione di vini a Cisterna D'Asti. Attesi molti appassionati ed esperti anche dal Torinese e dal Cuneese.

TORINO, Lì 29-03-2017 - Domenica 2 aprile alla 'Tenuta La Pergola' di Cisterna D'Asti - guidata da Alessandra Bodda, una fra le poche e riconosciute quote rosa del vino in Italia - avrà luogo un grande meeting per gli appassionati della cucina tipica piemontese. Un'occasione per trascorrere una giornata all'insegna della conoscenza del buon vino, degustando vini sia superiori che non, molti dei quali hanno ottenuto menzioni speciali, premi e riconoscimenti presso i più autorevoli enti enoici e le principali guide enogastronomiche italiane. La 'Tenuta La Pergola' (www.tenutalapergola.it), nata nel 1903, è una delle aziende vitivinicole più antiche del Piemonte, che dispone di una superficie visitabile di ben oltre 40 ettari di vigneti, oltre a un piccolo e ben documentato itinerario-museo interno sui percorsi e le fasi della lavorazione del vino, un centro congressi, una sala degustazioni con sommeiller accompagnata da prodotti tipici piemontesi a km zero. Posa al confine tra le terre del Roero, delle Langhe e del Monferrato, la centralità della posizione strategica ne fa un punto di riferimento facilmente accessibile da tutte le arterie stradali e autostradali del Torinese, Astigiano e Cuneese.
13-03-2017

TENUTA LA PERGOLA, BARBERA 2015 OTTIENE RICONOSCIMENTO DA 'WINESURF'

TENUTA LA PERGOLA, BARBERA 2015 OTTIENE RICONOSCIMENTO DA 'WINESURF'
Un'altra prestigiosa menzione di settore per la pluripremiata cantina astigiana secolare

ASTI, Lì 10-03-2017 - Continua a macinare sucessi nel settore enoico la 'Tenuta La Pergola', dal 1903 cantina in Cisterna D'Asti tra le più antiche e premiate della zona. Questa volta tocca a un Barbera D'Asti 2015, celebrato con l'aver passato la prova di degustazione e assaggio degli ottimi sommeiller della nota rivista enogastronomica 'Winesurf.it'. Gli esperti hanno siglato la menzione con la seguente dicitura: "Barbera immediata, molto giocata sul frutto e sul corpo", apprezzando il prodotto. Un passo in più verso la consacrazione a un percorso di qualità e ricercatezza che fa dell'azienda familiare guidata dalla valente Alessandra Bodda un punto di riferimento assoluto per gli amanti del buon bere in Italia.

Caratteristiche Barbera d'Asti

Tipicissimo vitigno piemontese, già citato in un documento del 1514 nei pressi di Chieri, oggi copre il 35% del suolo viticolo piemontese. E’ un’uva generosa, che, a seconda delle condizioni ambientali, può dare vini leggeri oppure da lungo affinamento. Dà vini molto colorati e dai sentori fruttati, soprattutto di ciliegia; piuttosto acidi e alcolici, con tannini gentili. Si giova molto dell’invecchiamento in legno.

Barbera d'Asti D.O.C.G. 2015 - Bottiglia da lt. 0,75.

Premiato 7° Concorso VininVilla 2013 Barbera d'Asti docg 2012


Vitigno.
Barbera (in purezza). Affinato e stabilizzato in vasche d’acciaio.

Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tut   dettaglio
09-03-2017

TENUTA LA PERGOLA, DEGUSTARE VINO E CIBO PIEMONTESE ANCHE IN BICICLETTA

A Cisterna D'Asti Un originale percorso extrasensoriale che coniuga sapientemente cibo, vino e turismo collinare

ASTI, Lì 09-03-2017 - Con l'avvento della primavera, riprendono le degustazioni di vini e prodotti tipici presso la ‘Tenuta La Pergola' (www.tenutalapergola.it) di Cisterna D'Asti, dal 1903 una delle plurisecolari e più premiate cantine piemontesi, guidata dalla valente Alessandra Bodda, tra le poche quote rosa del vino in Italia.
Un ricco programma, con tanto di selezione di vini piemontesi prodotti a residuo zero, una grappa monovitigno e un Passito di Brachetto. In abbinamento offriamo piatti della tradizione piemontese con assaggi di salumi, formaggi, prodotti da forno, riprendendo la tradizione piemontese della Merenda Sinora. Molteplici, inoltre, le formule con cui è possibile approcciarsi alle oltre 14 specialità vinicole firmate dalla casa piemontese.
Tra queste, Wine tasting "Light": visita guidata, degustazione in piedi di 3 vini e 1 grappa accompagnati da prodotti da forno. Poi viene Wine tasting "Delicious": visita guidata, degustazione a tavola di 4 vini e 2 grappe accompagnati da tagliere di prodotti tipici locali. E ancora Wine tastino "Gourmet": visita guidata, degustazione di 4 vini e 2 grappe accompagnati a piccolo menù con un antipasto, un primo piatto, dolce. Infine, Wine tasting "Emotion": visita guidata, degustazione di 5 vini e 2 grappe accompagnati a menù con un antipasto, un primo piatto, un secondo con contorno, dolce.
L'alta qualità dei vini è garantita dai selezionatissimi vitigni, ciascuno coltivato in una ben precisa area geografica. La posizione del terreno è inoltre un fattore di fondamentale importanza per la qualità del vino: i nostri vigneti sono tutti su colline ben esposte al sole, in cui vi è forte presenza di elementi come la sabbia, l'argilla, il calcare e i mineral   dettaglio
21-02-2017

VINO, I COSTUMI TRADIZIONALI PIEMONTESI RIVIVONO SUI VINI DELLA 'TENUTA LA PERGOLA'

Considerata la fioritura di iniziative legate al Carnevale 2017, tuttavia, al di là delle consuete maschere, vi sono anche altri costumi tipici degni di menzione.
Da sempre la 'Tenuta La Pergola' accosta, ai consueti percorsi di degustazione del vino e di ottima cucina piemontese a Km 0, anche iter formativi testi a scandagliare, indagare e riproporre in veste attuale tutta una considerevole componente storica desunta dall'ampio bacino di tradizioni della cultura popolare piemontese.
Da qui l'idea, dalla ampia valenza semantica e semiologica, di riproporre, una per ciascuna tipologia di vino superiore, i personaggi e le figure tipiche della tradizione regionale censite in alcuni manuali e antiche stampe dell'800, al fine di conservarne la memoria, di renderla nota a chi vive oltreconfine: ma, soprattutto, di sottolineare con genuinità e schiettezza il forte radicamento e legame con il territorio che contraddistingue, sin dal lontano 1903, anno della sua fondazione, l'ultracentenaria cantina, nata e tuttora operante sui colli che declinano intorno a Cisterna D'Asti.
Ed ecco allora che figure del passato come il brentatore o mercato di vino, le contadine di varie località piemontesi (mondine comprese) le orfanelle, gli orfani dell'ospedale di carità, le venditrici di fiori, rivivono sui fianchi delle pregiate bottiglie marchiate 'Tenuta La Pergola', facendo bella mostra di sè sulle etichette, e impreziosendole con un tocco di classe che profuma d'antico.
Nell'era della globalizzazione, un modo sincero e immediato di affermare con forza l'appartenenza fondamentale al tema cardine della cosiddetta cultura delle radici: che è poi quella che nella vita fa la differenza. Anche nel vino.






  dettaglio
06-02-2017

Le migliori Barbera d'Asti e Barbera d'Asti Superiore

Le migliori Barbera d'Asti e Barbera d'Asti Superiore

Degustazione Barbera d’Asti: “Vino con le ali ma senza paracadute”
Quando si parla del vitigno più coltivato in Piemonte, che solo in provincia di Alessandria e Asti arriva ad avere più di 5000 ettari vitati, che oltre ad essere nella storia enoica di questa regione (e non solo) è anche nel cuore di tantissimi appassionati e produttori, bisogna procedere con i piedi di piombo. Prima cosa da fare è quella di avere un numero congruo di vini in degustazione e questo è stato possibile grazie al Consorzio Barbera d’Asti (un ringraziamento particolare a Daniele Becchi) che ci ha inviato quasi 140 vini da degustare, divisi praticamente in parti uguali tra Barbera d’Asti e Barbera d’Asti Superiore. A corollario di questi una ventina di campioni di Nizza, di cui parleremo a parte. La seconda è quella di assaggiarli dedicandoci molto, molto tempo.

Avendo fatto entrambe le cose possiamo procedere con un giudizio abbastanza ponderato, prima però soffermiamoci un attimo sulle principali differenze tra Barbera d’Asti e Barbera d’Asti Superiore.

Dal punto di vista del disciplinare la diversità sostanziale (oltre ad una lieve variazione sull’estratto secco) è che il secondo deve fare almeno un anno di affinamento di cui 6 mesi in legno.

In realtà tra i due vini c’è molta più differenza. Il primo è un vino fresco, quasi mai passato in legno, che si basa sul frutto e sulle caratteristiche basilari del vitigno: medio corpo, acidità importante, tannini pochi e quasi mai pungenti. Il secondo è un “fratello maggiore” a cui l’uso non certo omeopatico del legno (grande o piccolo) dovrebbe conferire quei tannini che il vitigno non ha in grande quantità, assieme a potenza e possibilità di invecchiamento.
<   dettaglio
23-01-2017

Alla tenuta “La Pergola” si riscopre la merenda sinoira

Riscoprire un valore culturale

Riscoprire il valore culturale, oltre che nutritivo di uno degli appuntamenti tradizionali degli antichi pasti contadini e, insieme a esso, il valore di aggregazione sociale che esso comporta. Nata a fine ‘800, la cosiddetta merenda sinoira era un momento topico che scandiva la fine della giornata lavorativa nei campi, e preparava l’attesa della cena, consentendo un momento di incontro, confronto e dialogo fra le persone. A tal fine, la ‘Tenuta La Pergola’ di Regione Caso in Cisterna D’Asti, dal 1903 una fra le più antiche e ultracentenarie aziende vitivinicole piemontesi e anche tra le più premiate e recensite sulle principali guide e media di settore, ha disposto un lungo calendario di appuntamenti che consentono di rivivere tale importante tradizione, proprio come una volta. Ogni sabato e domenica, infatti, tra le 17 e le 20 verranno proposte merende sinoire al tavolo con tanto di degustazione di prodotti del territorio e antiche ricette tipiche locali, con in più possibilità di visita ai vigneti, e l’opportunità di pernottare in loco per trascorrere un weekend sui sentieri del vino, grazie alla presenza di un agriturismo annesso alla ‘Tenuta La Pergola’ dotato di tutti i comfort. Per informazioni e prenotazioni, e conoscere il calendario degli eventi in programma, è possibile consultare il sito www.tenutalapergola.it.
19-11-2016

Annuario dei migliori vini 2016

24 October 2015

Tenuta La PergolaTenuta La Pergola Il Miglior vino

Luca Maroni dice di noi :

Annuario dei migliori vini Italiani 2016

Cisterna d’Asti Superiore 2012

Consistenza: 32 – Equilibrio: 28 – Integrità: 29

L’azienda agricola insediata dal 1903 e ora condotta da Alessandra Bodda, si trova a Cisterna d’Asti, nel cuore di quel territorio che segna il passaggio tra il Monferrato, la Langa ed il Roero, da poco denominato Colline Alfieri e caratterizzato da una stupenda propensione panoramica sul castello medievale. Tra questi morbidi pendii, dove l’aria nutre la terra e il sole la scalda con i suoi raggi, tutta la famiglia Bodda è impegnata nella produzione del vino.

GLI ALTRI VINI

Barbera d‘Asti Superiore 2012 IP: 88

Roero Arneis Bricco San Giugliano 2014 IP: 87

Barbera d‘Asti 2014 IP: 86 Monferrato Dolcetto 2014 IP: 86 Nebbiolo d‘Alba 2012 IP: 86


Commento Conclusivo

Assomma doti enologiche di ottima pulizia d’aroma a virtù viticole davvero impressive il bicchiere della Tenuta La Pergola. La suadente limpidezza del Roero Arneis Bricco San Giugliano 2014, l’integrità e il nitore della visciola della Barbera d’Asti 2014 testimoniano il rispetto delle procedure enologiche. La favolosa concentrazione di profumi e colore della Barbera d’Asti Superiore 2012 e del Nebbiolo d’Alba 2012, solo da uve selezionate e massimamente mature poteva sì densa scaturire. E il Cisterna d’Asti Superiore 2012, che unisce possanza a fragranza e nitidezza d’espressione, il suo gran frutto tannico irradia con eccellente, maestosa persistenza d’emissione.

Sensazioni: assai morbido e speziato all’olfatto, anche al palato, sulle   dettaglio
19-11-2016

Un weekend (live) con I NUOVI ANGELI

5 June 2015

Cronaca di un fine settimana trascorso insieme alla storica band, simbolo della musica italiana nel mondo. Esclusiva di Civico20 News.
Articolo scritto da Lele Boccardo Le storie d’amore complicate, controverse, soprattutto se comprendono un lungo periodo di lontananza, sono quelle che danno più soddisfazione, specialmente se è previsto il classico “lieto fine”. No, non vi sto raccontando la trama del mio primo romanzo, “Un futuro da scrivere insieme” (e-book by Valerie Books), ma gli ultimi sviluppi della storia artistica de I Nuovi Angeli. Proprio un anno fa, in esclusiva su queste colonne, Valerio Liboni raccontava della “reunion” dello storico gruppo italiano e mi diceva: “Entrambi, io e Paki, in questi anni, abbiamo portato il nome dei Nuovi Angeli per conto nostro; adesso abbiamo riunito le forze. Vogliamo recuperare gli anni perduti, caratterizzati da stupide e ridicole diatribe, per riportare il gruppo al posto che gli compete, cioè tra i grandi della musica leggera italiana”. E così è stato: da un anno a questa parte la band è stata impegnata in numerose ed apprezzate apparizioni televisive e radiofoniche, ma in particolar modo in una intensissima attività “live”, che ha portato il gruppo in giro per l’italia e anche oltre i nostri confini. E proprio della dimensione “live” voglio raccontarvi in questo articolo, visto che ho avuto il piacere di trascorrere un intero week end, in compagnia del “complesso”, come si diceva una volta, e di poter assistere a due spettacoli completamente diversi tra di loro. Il primo show ha inaugurato la rassegna “Incontri tra i vini”, organizzata da Maurizio Scandurra, nella splendida Tenuta “La Pergola” di Cisterna d’Asti, dove la padrona di casa, Alessandra Bodda, ha accolto il pubblico nelle sue cantine, preparando una deliziosa d   dettaglio

I NUOVI ANGELI ALLA TENUTA LA PERGOLA

I NUOVI ANGELI ALLA TENUTA LA PERGOLA

I NUOVI ANGELI ALLA TENUTA LA PERGOLA

I NUOVI ANGELI ALLA TENUTA LA PERGOLA

19-11-2016

Cantine Aperte – 30 maggio 2015

30 May 2015

19-11-2016

Incontri fra i Vini

9 May 2015

Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar, Andrea Mingardi, i Nuovi Angeli e Fiordaliso gli attesissimi ospiti della rassegna culturale

CISTERNA D’ASTI (AT): TENUTA LA PERGOLA,AL VIA “INCONTRI FRA I VINI”




Una serie di incontri fra musica e parole con i grandi protagonisti della canzone italiana

ASTI, lì 07-05-2015 – Si chiama “Incontri Fra I Vini” la prima edizione della rassegna ideata dalla Tenuta La Pergola di Cisterna D’Asti. Una serie di incontri tra musica e parole, cena con gli artisti e degustazioni di vini di pregio con grandi artisti della canzone italiana, i quali si avvicenderanno sul palco del Centro Congressi della Tenuta La Pergola dal 1903 una fra le cantine piemontesi più antiche e rinomate a livello internazionale. Si comincia sabato 30 Maggio 2015, quando di scena saranno I Nuovi Angeli, la storica formazione della musica leggera italiana finalmente di nuovo nella line -up originale composta da Paki Canzi (piano, voce), Valerio Liboni (batteria, voce), Marco Bonino (Chitarre e voce). La band racconterà i primi 50 anni di carriera scanditi da successi quali Donna Felicità, Ragazzina, Color Cioccolata, Singapore, Anna da dimenticare e molti altri. Sabato 6 giugno 2015, invece, sarà la volta di Silvia Mezzanotte, voce dei Matia Bazar, la quale terrà una masterclass di canto con giovani promesse della musica italiana, e a seguire un’esibizione insieme agli allievi, in cui dar prova del proprio e del loro talento. Per partecipare come cantanti alla masterclass con silvia Mezzanotte, occorre prenotarsi entro il 3 giugno 2015 chiamando il numero 324 8927817. Posti disponibili sino a esaurimento. Si prosegue sabato 20 giugno 2015 con Andrea Mingardi, il celebre bluesman bolognese con in scaletta tutti suoi maggiori successi, da Con un amico v   dettaglio